10 stupende illustrazioni russe del periodo post-rivoluzionario

Anno 2017, cento anni esatti dalla Rivoluzione Russa, uno degli eventi storici più importanti del secolo scorso. Anzi, forse l’evento più importante, quello che di fatto ha dato il via al cosiddetto “secolo corto”. Dallo scorso 15 marzo al Design Museum di Mosca è possibile visitare “Imagine Moscow”, la mostra che celebra il centenario della rivoluzione con l’esposizione di creazioni grafiche e illustrazioni russe realizzate proprio durante il periodo post-rivoluzionario. Creazioni che dimostrano quanto sia forte il legame tra sfera politica e design, propaganda e arte. Quindi, scorrete di seguito e date un’occhiata a queste 10 splendide illustrazioni e ovviamente fateci sapere cosa ne pensate.

Illustrazioni russe e propaganda sovietica

L’esposizione mette in mostra tutta la creatività emergente in una Mosca grandiosa e in trasformazione prima dei tentativi di invasione tedesca del 1941. Nei manifesti e nelle illustrazioni russe qui esposte, figlie della propaganda nella sua accezione più pura, si distinguono la visione di futuro sognata dagli architetti dell’epoca e soprattutto l’idea di una capitale sovietica che non si era ancora pienamente realizzata. Gli artisti che si rifacevamo alle correnti avanguardistiche del Suprematismo e del Costruttivismo miravano a trasformare il contesto della vita quotidiana in un nuovo linguaggio grafico, spesso “interpretando” le persone come macchine appartenenti a un più ampio sistema di lavoro.

Le illustrazioni dei poster della propaganda russa sono state molto importanti nel veicolare concetti universali come l’accesso all’alfabetizzazione e all’istruzione, l’emancipazione delle donne e il loro ruolo nella vita della comunità. La mostra “Imagine Moscow” afferma che, oltre a produrre e veicolare le forme della propaganda di regime, gli artisti stavano cercando di mettere in discussione aspetti sociali e culturali in un momento in cui tutto era subbuglio. Ma questa, in fondo, è tutta un’altra storia…Non ci rimane che augurarvi buona visione e se potete ovviamente vi consigliamo di andare a Mosca!