Creare infografiche vincenti raccontando una storia

Creare inforgrafiche non è un gioco da ragazzi. È una vera e propria arte per la quale non sono sufficienti solo competenze specifiche e talento. Ci vuole anche una buona organizzazione mentale in grado di abbinare creatività e razionalità. Non si tratta semplicemente di mettere insieme un buon copy, dati e visuals accattivanti.

Una buona infografica funziona quando racconta una storia, quando c’è un filo narrativo e logico che unisce statistiche, contenuti e aspetto estetico. Molto spesso, però, questo non accade e il risultato è a dir poco deludente. Vediamo dunque quali sono i passaggi da compiere per realizzare un’infografica vincente, basata su un buon storytelling.

4 elementi fondamentali per creare infografiche attraverso lo storytelling

La prima cosa da fare per creare infografiche di valore è individuare un argomento specifico. È possibile trattare anche argormenti molto ampi, ma la prospettiva deve essere specifica. Non ha senso infatti coprire ogni singolo aspetto di un argomento. Occorre verticalizzare ed essere focalizzati sull’obiettivo. In questo modo è più facile costruire una narrazione e attirare l’utente finale, il quale percepirà immediatamente il beneficio derivante dalle informazioni rappresentate.

Creare inforgrafiche significa supportare la propria tesi attraverso una serie di dati. Ma non tutti i dati sono rilevanti. Occorre essere precisi e sintetici presentando solo quelle statistiche realmente funzionali al messaggio/comunicazione che si vuole realizzare. Una buona trama narrativa non può prescindere da una logica precisa e rigorosa di presentazione dei dati.

Terzo importante elemento per creare infografiche vincenti: dar vita a una struttura narrativa chiara, semplice e rigorosa. Lo schema rispecchia quello tipico dello storytelling: introduzione dell’argomento/tesi, supporto tramite dati e statistiche, contestualizzazione delle informazioni fornite e infine call-to-action. Per dare supporto a questo tipo di struttura occorre limitare, o meglio, sintetizzare il più possibile le parti testuali ed evitare in ogni modo la ridondanza.

Infine il design. Semplice, incisivo e coerente con l’immagine aziendale. Una buona infografica non può prescindere da una rappresentazione visiva mirata e soprattutto in grado di valorizzare i dati e creare un percorso narrativo coerente ed efficace dal punto di vista comunicativo.

È dunque evidente che per creare infografiche di un certo livello è indispensabile avvalersi di un ampio mix di competenze che coinvolge differenti figure professionali.

creare infografiche esempio