Le “chiavi” per diventare un freelance autonomo a tutti gli effetti

Molte persone scelgono di intraprendere la carriera di freelance per l’enorme libertà che questa offre. Pochi però considerano che tale libertà è limitata dal fatto che tutte le azioni legate alla propria attività ricadono sempre e solo su di sé. Ecco perchè per avere successo come libero professionista occorre avere anche ottime capacità manageriali e al tempo stesso riuscire a mantenere un elevato livello di autostima, abilità e caratteristiche che per fortuna possono essere apprese con l’esperienza. Qui di seguito elenchiamo alcuni concetti fondamentali che ti potranno aiutare a diventare un freelance autonomo al 100%.

Ecco cosa devi fare per diventare un freelance autonomo al 100%

freelance autonomoPer prima cosa è fondamentale comprendere che ogni azione può (e deve) essere incanalata all’interno di un processo. La creazione di processi d’azione precisi e ben definiti ti permetterà di guadagnare molto tempo in fase operativa. Ma come si crea un processo? Innanzitutto occorre fare un elenco di tutte le incombenze legate alla propria attività, compresi i pagamenti, le fatturazioni, gli spostamenti, il marketing, ecc. Insomma, tutto. Poi per ognuna di queste si individuano le azioni da compiere per espletarle al meglio e nel più breve tempo possibile. Infine si definiscono le tempistiche in modo che tutto avvenga in maniera standardizzato e possa essere ciclicamente replicato.

Un altro aspetto importantissimo per diventare un freelance autonomo a tutti gli effetti riguarda la necessità di aggiornare continuamente le proprie competenze. Tuttavia non è semplice essere sempre sul “pezzo” dal punto di vista formativo. Per farlo al meglio vi consigliamo di concentrare la vostra attenzione solo su quelle competenze che sono davvero necessarie per aumentare la qualità del vostro operato. In questo modo non rischierete di disperdere inutilmente le vostre energie.

Il lavoro su stessi non si limita solo al lato puramente formativo. Anche l’aspetto psicologico è fondamentale: un freelance autonomo o aspirante tale deve essere innanzitutto consapevole di quelli che sono i propri punti di forza e i propri limiti e quindi essere capace di coltivare e valorizzare i primi e di colmare i secondi. Avere una visione di sé il più possibile oggettiva è importantissimo perchè ti consente di capire anche come ti vedono i tuoi potenziali clienti.

Quelli appena indagati sono solo alcuni degli aspetti che dovrebbero essere presi in considerazione quando si decide di intraprendere un lavoro autonomo in ambito creativo. Diventare un freelance autonomo insomma non è uno scherzo: ci vogliono passione, dedizione, organizzazione, resilienza e tanta fiducia in sé stessi.