Come creare business card di successo

Quante volte sulle pagine del nostro blog vi abbiamo parlato dei biglietti da visita come ottimo strumento di marketing in grado di promuovere con efficacia il vostro business? All’inizio dell’anno, se ben ricordate, vi abbiamo mostrato le migliori creazioni del 2013 raccolte in Rete, mentre a dicembre dello scorso anno vi mettevamo in guardia sui 10 errori più comuni da non fare nella realizzazione di bigliettini da visita professionali. Quest’oggi torniamo sul tema con il proposito di fornirvi qualche indicazione utile per creare business card originali ed efficaci, ma ricordandovi allo stesso tempo che la cosa migliore è sempre affidarsi a professionisti del marketing e della grafica come quelli che potete trovare su BestCreativity.

Creare business card destinate a “rimanere”

creare business cardIl biglietto da visita non è solo e semplicemente “un” biglietto da visita, ma è un’istantanea del brand che deve essere in grado di raccontare una storia e trasmettere l’essenza del vostro business, come una sorta di mini-annuncio pubblicitario . È uno degli strumenti più utilizzati nel mondo imprenditoriale, e lo scambio di biglietti da visita è buono per ogni occasione. Per questo motivo, con così tanta concorrenza in giro, è fondamentale riuscire a creare business card non banali e scontate, ma capaci di catturare l’attenzione dei potenziali clienti. Altrimenti – lo sappiamo bene tutti quanti per esperienza diretta – il destino del bigliettino è quello di finire nel cestino…non appena il rappresentante aziendale ci volta le spalle.

5 consigli utili per creare business card non banali

Dunque vediamo in estrema sintesi alcuni elementi da considerare per creare business card che non siano immediatamente cestinate:

1 – Innanzitutto la forma. Esiste uno standard internazionale (3,5 pollici in orizzontale e 2 in verticale) che di solito è sempre rispettato, ma talvolta si opta anche per forme particolari e strane proprio con l’obiettivo di destare la curiosità dei clienti. Può essere una buona soluzione quella di giocare con la forma, tuttavia dovete tenere a mente che i formati standard si “portano” più facilmente nei portadocumenti o portafogli.

2 – Potrà sembrare ovvio e scontato, ma la cosa più importante sono le informazioni che decidete di inserire nel vostro biglietto da visita. Essendo lo spazio assai limitato, sappiate che le info fondamentali da includere sono nome e cognome: ruolo all’interno dell’azienda, nome dell’azienda, logo, sito web, email e numero di telefono.

3 – Attenzione alla grandezza dei caratteri e del logo! Fate in modo che tutto sia perfettamente leggibile. Il consiglio è di tenere il nome dell’azienda e il logo tra i 12 e i 15 px e le altre informazioni di contatto a 7 o 8.

4 – Evviva il colore e la creatività! Per fare in modo che la vostra business card non passi inosservata potete aggiungere colore (magari quelli aziendali, meglio ancora se chiari), una piccola decorazione o anche una frase particolarmente accattivante. Senza esagerare ovviamente…

5 – Perchè non usare entrambi i lati? Molto spesso si tende a dimenticare il fatto che un biglietto da visita ha due facce. Il “lato B” potrebbe essere utilizzato anche per avanzare delle vere e proprie offerte commerciali attraverso sconti o coupon.

 

è un servizio che offre a tutti la possibilità di creare logo professionali, biglietti da visita e grafica per layout web, questo grazie al lavoro di migliaia di creativi e designer iscritti al servizio. Per saperne di più basta andare sulla home page di BestCreativity.