L’estetica del conflitto in 14 immagini punk simbolo

L’espressione forte e decisa di emozioni e sentimenti suscita in noi vigorosi slanci di creatività.

E in effetti amore e odio sono i due estremi emozionali entro i quali si muove e si manifesta la creatività umana.

Nel caso della rappresentazione dell’odio si può parlare di vera e propria estetica del conflitto, di cui l’arte, intesa come forma espressiva a 360°, è piena zeppa di esempi.

Guerre e lotte, infatti, hanno da sempre ispirato i grandi artisti e i creativi.

Il punk può essere annoverato tra quei movimenti socio-culturali del ‘900 che hanno tratto ispirazione da un’opposizione feroce all’ordine costituito cercando di rappresentarla.

Le immagini punk che potete ammirare qui sotto ne sono un chiaro esempio.

Il punk nasce negli USA e in Inghilterra principalmente come genere musicale di rottura rispetto agli stili accademici e conformisti dei primi anni ’70.

Il punk si manifesta dunque come musica rumorosa, sporca, instintiva, in cui la tecnica esecutiva passa in secondo piano. Anzi, è disprezzata e considerata simbolo di una società chiusa e sottomessa ai soliti cliché.

Band come Ramones, Sex Pistols e The Clash, solo per citare i nomi più famosi e conosciuti, sono stati tra i principali alfieri di questa nuova forma espressiva.

Dalla musica all’arte visiva il passo è breve. E non a caso, il punk non è mai stato considerato semplicemente un genere musicale ma un vero e proprio movimento estetico culturale che ha dato vita nella seconda metà degli anni ’70 a opere di grande valore in ogni campo artistico.

Abbiamo deciso di dartene dimostrazione con questa bella collezione di immagini punk d’antan. Che te ne pare?