Creare annuncio pubblicitario: claim, body-copy e payoff

L’annuncio a stampa è uno degli strumenti più utilizzati in ambito pubblicitario. Ancora oggi, infatti, nell’epoca della digitalizzazione e del web 2.0 l’annuncio pubblicitario è considerato un modo estremamente pervasivo ed efficace per attirare l’attenzione del pubblico e promuovere il brand. Esperienza, competenza e creatività sono le doti che un bravo copywriter deve possedere per realizzarlo al meglio. Su BestCreativity soggetti capaci di manipolare la scrittura e la lingua italiana in maniera fantasiosa e creativa certamente non mancano ed è a loro che le aziende possono affidarsi per realizzare annunci davvero accattivanti in grado di attirare nuovi potenziali clienti.

Come è composto un annuncio pubblicitario

Ma come si realizza un annuncio pubblicitario? Quali sono i principali elementi che lo compongono? E quale differenza c’è tra termini apparentemente simili come headline, slogan, claim, body-copy e payoff? Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza. Innanzitutto un annuncio è un mix di immagini e testi che devono essere accostati in maniera coerente in modo da generare un significato comprensibile e coerente con il messaggio che si vuole trasmettere. Gli annunci a stampa in particolare sono formati da un’immagine principale, un headline (o claim), il body-copy e il logo con payoff. Scendiamo più in dettaglio e vediamo cosa significano questi termini.

Annuncio pubblicitario: mix di immagini e testi

Non credo ci sia bisogno di dir nulla a proposito del visual (l’immagine) se non che deve essere di ottima qualità e coerente con il significato complessivo del messaggio. L’headline o claim, comunemente definito anche slogan, è il titolo dell’annuncio, la frase iniziale ad effetto che deve catturare l’attenzione; quindi deve essere chiaro e a caratteri ben visibili. Il body-copy invece è lo svolgimento del claim e serve ad esplicare la promessa enunciata nel titolo; deve essere sintetico ma al tempo stesso mettere in evidenza la USP (unique selling proposition). In qualsiasi annuncio pubblicitario che si rispetti non può mai mancare il logo aziendale accompagnato dal classico payoff, ovvero la frase conclusiva che identifica il brand.

Speriamo in queste poche righe di aver chiarito la differenza tra i vari elementi che compongono un annuncio pubblicitario. Invitiamo quindi tutti i copywriter e i creativi a partecipare ai numerosi progetti che ogni settimana aziende e liberi professionisti di ogni settore pubblicano sulla piattaforma di BestCreativity.

Esempio:

annuncio pubblicitario

 

è un servizio che offre a tutti la possibilità di creare logo professionali, biglietti da visita e grafica per layout web, questo grazie al lavoro di migliaia di creativi e designer iscritti al servizio. Per saperne di più basta andare sulla home page di BestCreativity.