4 criteri di valutazione per un progetto di design di qualità

Giudicare non è mai semplice, sia che si tratti di valutare il proprio operato (soprattutto!), che quello degli altri.

Il rischio è sempre quello di essere poco obiettivi, specie quando ci sono i propri interessi in gioco.

Anche la capacità di valutare un lavoro rientra tra le doti di un grafico freelance, perché questo gli consente di entrare più sintonia con il proprio committente.

Anche il cliente, tuttavia, deve imparare a valutare in maniera obiettiva ciò che il designer è riuscito a realizzare per lui.

Questa capacità deve essere allenata e come per ogni allenamento ci sono delle regole (di pensiero) da seguire che consentono di fare una valutazione oggettiva di un progetto.

Come fare la valutazione di un progetto di design

valutazione di un progetto di designQuindi come fare a capire quando un progetto grafico è efficace? Quando è bello o brutto?

In sintesi: come valutare la qualità di un progetto?

Gli aspetti soggettivi e i gusti personali hanno sicuramente un ruolo importante. Ma la valutazione di un progetto non può dipendere solo da essi.

Questo infatti è stato realizzato per comunicare un messaggio e ottenere dei risultati specifici che non possono dipendere dai gusti personali e devono essere giudicati in maniera oggettiva.

Intendiamoci, l’aspetto estetico è un fattore importante, ma da solo non ti dirà davvero se il design è efficace o meno.

 

Ecco dunque 4 criteri da utilizzare per fare una valutazione oggettva di un progetto di design:

  • Quali sono gli obiettivi da raggiungere? È da essi infatti che deve discendere tutto l’operato realizzativo ed è sempre ad essi che bisogna guardare quando si giudica la qualità di un progetto. Ogni progetto ha i suoi obiettivi e quindi deve essere valutato in base a quelli. Paragoni o raffronti, ad esempio, lasciano il tempo che trovano.

 

  • In secondo luogo il messaggio che si vuole trasmettere e veicolare è percepibile in maniera chiara e distinta? Se così non è difficilmente gli obiettivi di cui sopra potranno essere raggiunti.

 

  • Anche l’occhio vuole la sua parte. L’estetica di un progetto grafico ricopre un ruolo importante ed è intrinsecamente legata alla sua efficacia comunicativa. Un design deve essere bello e funzionale allo stesso tempo e la bellezza è in qualche modo essa stessa funzionale al messaggio e quindi al reggiungimento degli obiettivi prefissati.

 

  • Un progetto di qualità non può non essere unico e originale. L’originalità è un requisito indispensabile se ci si vuole distinguere dalla concorrenza. Attenzione, però. Originalità non significa necessariamente creare qualcosa completamente slegato dal contesto, dal passato e da ciò che è stato creato. Assimilazione e rielborazione di elementi già noti possono comunque dar vita a qualcosa che in questo spazio e in questo tempo può apparire assolutamente unico e originale.