Come realizzare una email responsive davvero efficace

email responsive

Secondo studi piuttosto recenti, circa il 67% della posta elettronica scambiata online è letta dagli utenti tramite dispositivi mobile. Tuttavia solo una minima parte delle email inviate sono ottimizzate per la visualizzazione su smartphone o tablet. Questo rappresenta un grosso ostacolo per una strategia di email marketing davvero efficace. In questo articolo vogliamo mettere in evidenza alcuni piccoli trucchi che possono essere adottati per realizzare email responsive, ovvero ottimizzate per la visualizzazione tramite dispositivi mobile.

8 suggerimenti per creare una buona email responsive

 

  • La prima cosa da fare quando si vuole realizzare un’email responsive è quella di adottare un layout a colonna unica, senza sidebar. La navigazione tramite smartphone infatti avviene solitamente attraverso lo scrolling verticale per cui contenuti e informazioni devono essere disposti e impaginati uno sotto l’altro se si vuole agevolarne la consultazione.
  • Quando si parla di web design responsivo la scelta del font e in particolare le sue dimensioni sono un fattore fondamentale. Per una lettura agevole dei contenuti su mobile occorre fare attenzione a non ridurre eccessivamente la grandezza dei caratteri.
  • È bene inoltre prestare particolare attenzione alla cosiddetta hero image cioè all’immagine introduttiva posta in cima al layout. Questa è la prima cosa che l’utente di solito visualizza quando apre un email sul proprio telefonino e molto spesso è anche l’unica perchè desiste dallo scrollare verso il basso. Quindi occhio alla qualità dell’immagine e agli eventuali contenuti testuali che potete inserire al suo interno!
  • Nel momento in cui si decide di inserire un link all’interno di un email responsive bisogna considerare la modalità con cui l’utente clicca su di esso, cioè il più delle volte utilizzando il pollice. Occorre dunque agevolare questa operazione introducendo anchor text ben visibili e ben distanziati tra loro.
  • Come già detto in precedenza, può accadere che aprendo l’email l’utente decida di non scrollare verso il basso. Per questo motivo è consigliabile pubblicare le informazioni più rilevanti in cima al layout.
  • Non tutti i dispositivi mobile sono uguali, hanno spesso schermi di dimensioni assai differenti tra loro. Il layout dell’email deve quindi potersi adattare in automatico indipendentemente dal tipo di dispositivo utilizzato per visualizzarla. È questa la vera essenza di un’email responsive.
  • La qualità dei contenuti pubblicati all’interno dell’email è un fattore primario di successo. La consultazione tramite mobile è infatti molto più rapida, quasi istantanea, per cui occorre colpire subito l’immaginazione e la curiosità dell’utente.
  • La geolocalizzazione rappresenta uno degli stratagemmi più efficaci per incrementare le chances di conversione di un’email responsive, in particolare per quei business ancorati alla presenza sul territorio come ad esempio i negozi e i centri di servizi.