Esempi di grafica per siti web ecommerce ed errori da evitare

Secondo le ultime statistiche ufficiali fornite dal sito www.statistica.com il 40% degli utenti connessi a Internet ha fatto almeno un acquisto online mediante l’utilizzo di desktop pc o mobile device e questa cifra è destinata ad aumentare progressivamente nei prossimi anni. Chi progetta e realizza siti web per la vendita in Rete di prodotti o servizi deve tenere conto di queste statistiche e allo stesso modo le aziende che ancora non l’hanno fatto dovranno trasferire ben presto gran parte del loro business sul web per intercettare nuovi potenziali clienti interconnessi. Partendo da queste premesse in questo articolo vogliamo mostrarvi alcuni illuminanti esempi di grafica per eshop e al tempo stesso mettere in evidenza 3 errori capitali che ogni bravo web designer dovrebbe evitare nel momento in cui si accinge a realizzare un punto vendita online.

Esempi di grafica accattivante per vendere (di più) online

Un design bello e accattivante è fondamentale per attirare l’attenzione degli utenti. Questo è valido soprattutto per i siti di ecommerce dove la conversione all’acquisto rappresenta il vero core business aziendale. Dunque l’aspetto grafico negli e-shop è un fattore determinante di cui il web designer deputato alla sua realizzazione deve sempre tener conto. Gli esempi di grafica per siti ecommerce che potete ammirare qui di seguito rendono perfettamente l’idea di ciò che stiamo dicendo. Ma oltre a questo c’è di più: è bene infatti fare molta attenzione a 3 errori molto comuni che i progettisti di siti web per la vendita online solitamente commettono. Vediamo sinteticamente di cosa si tratta.

3 errori da non fare nella creazione di siti web ecommerce

1 – Secondo ricerche di mercato quando si offre troppo all’utente, questi solitamente entra in confusione e non sa cosa scegliere: più sono i prodotti offerti maggiore sarà il numero di persone attratte che si fermeranno a valutare, ma allo stesso tempo minore sarà la percentuale di coloro che procederanno effettivamente all’acquisto. Questa regola è valida anche per i siti di ecommerce. Il consiglio dunque è quello di raggruppare i prodotti in categorie e rendere la loro esposizione logicamente più semplice in modo da aiutare l’utente a prendere la giusta decisione, ovvero acquistare.

2 – Generalmente si pensa che le immagini facilitino l’azione dell’utente in rete. Non sempre però questo è vero: layout pieni di immagini non aiutano a comprendere il reale valore dei prodotti offerti al pubblico. Quindi occorre trovare il giusto bilanciamento tra testi e visuals in modo da semplificare l’esperienza di navigazione e “alleggerire” lo sguardo. Gli u>esempi di grafica per e commerce che trovate qui sotto rendono bene l’idea.

3 – Infine uno sguardo a come i prodotti sono disposti all’interno del layout. Meglio in file orizzontali o in colonna? Le ricerche in questo caso ci dicono che le percentuali di conversione aumentano sensibilmente se i prodotti sono disposti in orizzontale poichè l’utente percepisce maggiore varietà nell’offerta.