Il ritorno in auge del gradiente e dei colori sfumati

Ricordate? Gradienti e colori sfumati andavano per la maggiore nei primi siti web degli anni ’90.

Agli albori del web design infatti c’era tanta voglia di sperimentare e stupire, spesso anche esagerando un po’…

Oggi le sfumature di colore sembrano essere tornate di moda, considerato che anche alcuni grandi brand del web hanno iniziato a fare uso, come ad esempio Instagram e Spotify.

I gradienti vengono utilizzati per dar vita a statement audaci e per canalizzare le emozioni degli utenti, aiutando il pubblico a connettersi con un prodotto o un’idea.

Ma come è iniziato questo ritorno ai colori sfumati?

Nel 2014 Google se ne uscì con le linee guida per il Material Design e parallelamente Windows rilascò la grafica Metro.

Fu una vera ondata di aria fresca nel campo del design applicato al web.

Tuttavia ben presto questa innovazione iniziò a mostrare tutti i propri limiti, soprattutto dal punto di vista cromatico.

Infatti mentre i dispositivi mobile diventavano sempre più performanti dal punto di vista delle tecnologie di visualizzazione, parallelamente la scelta di optare per colori netti non sembrava valorizzarli per nulla.

Ecco quindi che ben presto i designer hanno iniziato a “blendare” insieme due colori per creare appunto sfumature e gradienti ad alta definizione in grado di garantire un impatto visivo notevole sui nuovi dispositivi.

Colori sfumati nel 2018

Nel 2018 i colori sfumati sembrano aver preso il sopravvento sulle grafiche illustrate per il web. Date un’occhiata a queste due immagini ad esempio…

Ma come si crea un buon “blend” di colori?

Per prima cosa i colori da blendare non vanno scelti a caso. È importante da questo punto di vista conoscere la “tecnica” e i principi che regolano l’uso del colore. È evidente ad esempio che se scegliere due colori vicini nella “color wheel” l’effetto di sfumatura sarà più graduale.

Le immagini qui sotto rendono bene l’idea di cosa significa realizzare un buon gradiente.

colori sfumati

colori sfumati

Ad ogni modo, per iniziare a prendere nuovamente confidenza con questa tecnica vi consigliamo di osservare attentamente i paesaggi naturali, dove il passaggio da un colore all’altro avviene spesso in maniera fluida e graduale.

La natura come al solito è grande fonte di ispirazione. Sta a noi con i nostri sensi e il nostro sguardo saper cogliere i suoi insegnamenti…

colori sfumati

colori sfumati

colori sfumati