Come realizzare e curare il tuo portfolio creativo

Sei un giovano designer alle prime armi oppure un professionista navigato con anni di esperienza nel settore? In entrambi i casi è fondamentale curare al meglio il tuo portfolio creativo, ovvero il principale strumento di marketing che hai a disposizione per attirare nuovi clienti. Esso ti consente, infatti, di mostrare i lavori già realizzati mettendo in evidenza le tue abilità tecniche e realizzative e la capacità di tradurle in progetti di design concreti. Qui di seguito abbiamo cercato di offrirti alcuni semplici ma utili consigli che ti potranno aiutare a realizzare e ottimizzare il tuo portfolio creativo.

portfolio creativo

5 consigli utili per ottimizzare il tuo portfolio creativo

  • Il primo consiglio che ci sentiamo di darti potrà sembrarti ovvio e banale, ma in realtà si tratta di un errore in cui molti designer soprattutto alle prime armi spesso cadono: non includere all’interno del tuo portfolio creativo quei lavori che ritieni non siano realmente rappresentativi delle tue capacità. Concentra la tua attenzione sui progetti più belli e riusciti che possono realmente impressionare il potenziale nuovo cliente.
  • Scegli il formato o la piattaforma più idonea per presentare il tuo portfolio creativo. Oggigiorno le tecnologie digitali permettono di creare bellissime gallery online dal grande impatto visivo, ma talvolta anche il formato cartaceo può essere utile. È bene dunque valutare con attenzione il tipo di supporto e/o tecnologia da utilizzare.
  • Il portfolio deve rappresentare e raccontare la tua storia professionale. Deve quindi avere un inizio, con i lavori più datati, e una fine, con quelli più recenti. Lo scopo, dunque, deve anche essere quello di far vedere al potenziale cliente i progressi compiuti nel corso della tua carriera lavorativa. In questo modo darete la sensazione di essere sempre aggiornati sulle ultime novità del settore.
  • Il portfolio creativo non è un’entità statica, ma uno strumento in continuo divenire che deve essere periodicamente aggiornato e curato nei dettagli. È buona norma di tanto in tanfo aggiungere i lavori più significativi ed eliminare quelli che si ritengono meno interessanti e non in linea con il proprio profilo professionale.
  • Infine sii sempre convinto e sicuro del tuo operato scegliendo quei lavori di cui vai più fiero e orgoglioso e di cui puoi parlare con convinzione a quattr’occhi con i potenziali clienti.

portfolio creativo