8 regole tipografiche che un designer non può ignorare

Se c’è un aspetto nella realizzazione di progetti di graphic design che crea spesso dubbi e indecisioni, questo è senza dubbio la scelta o la creazione del font giusto.

Non è facile individuare l’elemento tipografico ideale per un determinato contesto stilistico.

Oltretutto la parte tipografica di un progetto riveste una grande importanza dal punto di vista comunicativo, tanto quanto l’immagine.

Tutto deve essere coerente e in linea con il messaggio che si vuole trasmettere.

Per fortuna esistono alcune regole tipografiche che si possono seguire e che indirizzano il designer verso la scelta stilistica più giusta.

Vediamo insieme quali sono queste regole…

Suggerimenti più che regole tipografiche

Prima di iniziare a creare, fermati un attimo, pensa e prova a immedesimarti nell’utente finale: come percepirà il design nel suo insieme? Riuscirà a comprendere il messaggio che intendi trasmettergli? Il contenuto è coerente con lo stile tipografico? Senza dare risposta a queste domande è davvero complicato riuscire a fare la scelta giusta.

Un font non è semplicemente una forma grafica. Il suo stile è parte stessa del messaggio che sarà veicolato. Quindi contenuto e forma devono andare in simbiosi e connettersi che le sensazioni e le percezioni del pubblico. Ogni stile ha la sua storia, il suo significato, il suo senso semantico. E di questo occorre sempre tener conto.

I caratteri tipografici possono essere anche mescolati e combinati tra loro. Talvolta è proprio dalla combinazione stessa che si crea quello stile in grado di fare la differenza. Giocare con gli stili e i contrasti è una vera e propria arte comunicativa.

Filosoficamente parlando si potrebbe dire che il “vuoto” è più importante del “pieno”, perché lo definisce e gli conferisce significato. Tra le regole tipografiche di cui tener conto quella dello studio del kerning e della spaziatura tra i caratteri è senza ombra di dubbio una delle più importanti.

Il concetto di kerning spesso va di pari passo con quello di allineamento del testo. Nel momento in cui ti trovi a impaginare un contenuto la scelta dell’allineamento è fondamentale perché definisce lo spazio e contribuisce a dare armonia all’intero progetto.

Spesso si tende a dare grande importanza allo stile sottovalutando però un altro aspetto di fondamentale importanza, ovvero la leggibilità del font. Ricordati sempre che non stai parlando a te stesso, ma stai comunicando verso l’esterno per cui devi cercare di essere sempre comprensibile e leggibili.

Parallelamente non trascurare la grammatica. Non commettere errori e valuta in base al testo che utilizzerai se la tipografia è in armonia con le regole grammaticali che sarai costretto ad utilizzare.

Se sei alla ricerca di un font originale e creativo lasciati ispirare da tutto ciò che ti circonda. Non cercare solo online. Esci fuori, immergiti nel paesaggio e guardati intorno: la tipografia oggigiorno è ovunque, basta saperla cogliere.

Quelle che hai appena letto sono 8 regole tipografiche, o forse sarebbe meglio dire piccoli suggerimenti per il tuo design. Non sottovalutarle, prendile a riferimento per sviluppare i tuoi progetti.

 

Photo credit: Freepik