Lo sapevi? Storie assurde di loghi curiosi e famosi

Lo storytelling è l’anima della pubblicità. Dietro ogni messaggio, ogni immagine e ogni simbolo grafico c’è una storia il cui obiettivo è quello di coinvolgere il pubblico e farlo innamorare del brand.

Loghi curiosi e conosciuti in tutto il mondo “nascondono” talvolta le storie più assurde e impensabili e anche questo contribuisce ad incrementare la considerazione e la riconoscibilità del marchio.

Qui di seguito abbiamo elencato alcune di queste storie. Vedrai, alcune di esse ti sorprenderanno e ti lasceranno senza parole…

5 loghi curiosi e le loro storie che forse che conoscevi

Domino’s Pizza

Oggi è un marchio conosciuto in tutto il mondo, ma agli inizi Domino’s era solo una piccola pizzeria chiamata DomiNicks. Fu acquistata nel 1960 da Tom Monaghan e da suo fratello. Dopo aver acquisito anche l’altra metà Tom la ribattezzò “Domino’s” e decise di avviare un franchising. Nel logo originario decise di aggiungere un pallino per ogni nuovo punto vendita che avrebbe aperto. Ma non si immaginava che la cosa gli sarebbe sfuggita di mano… I tre pallini oggi presenti sul logo rappresentano dunque soltanto i primi 3 negozi aperti da Tom.

 

loghi curiosi

 

Chupa Chups

Sapevi che il logo di Chupa Chups è stato creato da Salvator Dalì? Ebbene sì, nel 1969 il grande artista spagnolo lo creo su richiesta del suo amico Enric Bernat, fondatore dell’azienda, e da allora non mai stato modificato. Lo stesso Dalì insistette che il logo venisse apposto sulla parte superiore del lecca-lecca in modo che fosse sempre ben visibile. Mossa azzeccata che ne dici?

loghi curiosi

 

Starbucks

Chi non conosce il logo di Starbucks? Anche se non sei un amante del caffé americano lo conosci sicuramente. Ma lo hai mai guardato con attenzione? Devi sapere che questo è uno dei logo che più di ogni altro ha subito modifiche nel corso del tempo. Quello originale presentava una sirena avvenente con il seno in bella mostra. Con le successive modifiche si è cercato di volta in volta di nascondere le sue forme per non offendere le clienti. Premura eccessiva?

loghi curiosi

 

 

McDonalds

Forse sarai portato a credere che la famosa “M” gialla del logo McDonalds derivi dalla lettera iniziale del marchio. In realtà non è proprio così. Anzi, devi sapere che non si tratta affatto di una “M” dei famosi archi che campeggiavano sui primi ristoranti della famosa catena di hamburger. Il logo ha subito varie modifiche dagli anni 60 ad oggi ma gli archi sono rimasti. Cuorioso no?

 

loghi curiosi

 

Apple

Tra i loghi curiosi di questa breve lista quello della Apple è forse quello che più di ogni altro ha dato adito a leggende impensabili. Ad esempio secondo alcuni il logo originario in technicolor con il famoso morso, sarebbe un’omaggio alla figura di Alan Turing che si sarebbe suicidato mangiando appunto una mela avvelenata (ti ricorda qualcosa?). In realtà si tratta solo, appunto, di una leggenda. La verità è che la scelta della mela fu totalmente casuale e il morso fu introdotto solo perché non si confondesse con una ciliegia. Ci avresti mai pensato?

Eppure è proprio così.

 

loghi curiosi9