Mini tutorial per imparare a disegnare icone

Disegnare icone grafiche rappresenta per un designer una vera e propria.

Una sfida certamente piacevole e creativa, ma che al tempo stesso richiede concentrazione e piena coscienza dell’obiettivo che si vuole raggiungere.

Un’icona grafica può essere vista come un insieme di idee complesse espresse all’interno di uno spazio minuscolo, limitato.

Ciò costringe ad avere un approccio minimale, essenziale. Questa è la vera sfida.

In questo articolo abbiamo raccolto qualche utile consiglio pratico per aiutarti a disegnare icone nel modo giusto.

Usa griglie e modelli per strutturare la tua composizione iconica. Le griglie sono “guide” utilissime sia in fase di progettazione su foglio (utilizzando ad esempio un block notes a quadri) sia su digitale per dar vita a icone davvero ben fatte. Dai un’occhiata a questi 2 video tutorial che ti spiegano come fare.


Più un oggetto grafico è piccolo più richiede semplicità. Questo significa utilizzare forme geometriche semplici e regolari che possono essere assimilate immediatamente dall’occhio umano. Dopotutto questa è la vera e unica funzione di un’icona, essere riconosciuta in modo istantaneo.

Un’icona solitamente non va da sola, ma si fa quasi sempre accompagnare dalle sue “sorelline”. Creare un set di icone implica una certa coerenza stilistica e semantica, sia tra i vari elementi che compongono il set sia soprattutto con lo stile grafico del brand “madre”. Questo video può aiutarti a fare chiarezza.

Disegnare icone non significa dover per forza inventare la ruota. Ci sono alcune metafore standard che possono essere prese ad esempio e riprodotte. Questo è il modo più semplice, ma anche più sicuro. Peché come detto, l’obiettivo è che un’icona sia immediatamente riconoscibile e veicoli un messaggio chiaro. C’è tempo per essere originali a tutti i costi. La regola è imparare facendo ciò che esiste già, in modo semplice.

Fai attenzione a questo: non sempre le dimensioni reali di un’icona corrispondono alle dimensioni percepite. Ad esempio un cerchio iscritto all’interno di un quadrato apparirà logicamente più piccolo del quadrato stesso perché occupa meno area. Considera quindi la possibilità di modificare le dimensioni delle tue icone per garantire una certa uniformità percettiva.

L’esperienza aiuta a capire cosa funziona e cosa non funziona; ma è sempre una buona idea osservare e prendere spunto da cosa fanno gli altri. Scegliere le giuste fonti di ispirazione è un buon punto di partenza per chi desidera specializzarsi nel creazione di icone grafiche. Ecco qui di seguito qualche esempio da cui prendere spunto.

Ovviamente anche i tool da utilizzare sono importanti e aiutano a rendere il processo creativo più agevole e potente. Strumenti come Illustrator, Inkscape, Figma e Sketch sono ottimi per disegnare icone di qualunque tipo.

Se poi vuoi diventare un vero e proprio professionista dell’icona grafica allora è importante continuare costantemente a formarsi e a guardarsi intorno. Ad esempio dai un’occhiata a questi corsi, potrebbero essere di tuo interesse.

Introduzione alle icone

Creare un set di icone

Creare pittogrammi

Basi di icon design

 

Photo credit: Freepik