Breve guida pratica all’uso del colore

spettro dei coloriIl colore è nella realtà che ci circonda o è nei nostri occhi frutto solo della nostra percezione?

Al di là di queste domande squisitamente filosofiche, rimane un fatto inopinabile: il colore è parte integrante della nostra esistenza e come tale non possiamo ignorarlo.

Soprattutto se siamo designer!

È importante comprendere come i colori si formano e come possono essere abbinati tra loro in modo che tu possa utilizzarli in maniera efficace all’interno dei tuoi progetti.

Questo articolo serve proprio a questo, a mettere subito in chiaro le basi della “scienza” cromatica, insomma una breve guida pratica all’uso del colore.

Teoria del colore

A proposito di basi, iniziamo da quelle.

La teoria del colore ci aiuta a capire quali tinte stanno bene tra loro e quindi come possono essere utilizzate nel design.

Online è possibile trovare tante risorse che spiegano anche in maniera minuziosa e dettagliata i principi della relazione tra colori.

Noi vi consigliamo di dare un’occhiata all’articolo “What Is Color Theory? Meaning & Fundamentals” pubblicato sul blog di Adobe. È tutto spiegato in modo chiaro, pratico e sintetico.

 

Dispositivi

Secondo aspetto pratico da considerare nell’uso del colore nei progetti di design: i dispositivi.

Oggi possiamo contare su un accesso multicanale ai contenuti, sia online che offline.

Ogni dispositivo e ogni supporto ha le proprie regole di visualizzazione e fruizione, anche per quel che riguarda il colore. CMYK, RGB o LA, ognuno con set di profili colore diversi.

Per farla breve: quando si progetta bisogna sempre considerare il dispositivo finale sul quale il design verrà visualizzato.

Da questo punto di vista può essere assai utile utilizzare schermi per pc di alta fascia che permettono di switchare da un profilo all’altro e quindi di controllare in tempo reale la resa finale.

 

Colori ed emozioni

Altro fattore da considerare: ogni colore veicola un’emozione, anzi più emozioni.

I colori infatti comunicano, non sono semplici abbellimenti per rendere il nostro progetto più gradevole.

In base all’uso del colore, l’osservatore finale avrà una determinata reazione emotiva. Occorre quindi essere consapevoli di ciò che la scelta di un colore può comportare sull’utente finale. Dipende tutto dall’effetto, dalla reazione che vuoi ottenere.

Una risorsa davvero molto interessante ed esaustiva per approfondire il legame tra psicologia e colore è sicuramente il sito colorpsychology.org. Dacci un occhio.

 

Colori a monitor

Poco fa abbiamo parlato di dispositivi e visualizzazione del colore. In tal senso è importante aver ben chiare anche le specifiche tecniche dei monitor.

È fondamentale per un designer professionista poter lavorare su display in grado di offrire una buona resa colore.

Tieni a mente che i principali standard di visualizzazione sono tre: Adobe RGB, Pantone e Delta E.

 

Risorse e ispirazioni

Infine per chiudere questa breve guida pratica all’uso del colore, ti consigliamo di dare un’occhiata ad alcuni ottimi tool che ti saranno di aiuto nella creazione delle tue palette di colore, o semplicemente per lasciarti ispirare.

color.cloudflare.design
coolors.co
brandcolors.net
khroma.co
december.com

 

Image credit: Freepik